Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Contributi per l'installazione di serrande e sistemi di allarme

BANDO PER L'EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI A FAVORE DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI O ARTIGIANALI DI SERVIZIO PER LA SOSTITUZIONE DI SERRANDE E L'INSTALLAZIONE DI SISTEMI ANTINTRUSIONE E VIDEOSORVEGLIANZA - ANNO 2019

In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. 195 del 21/10/2019, eseguibile ai sensi di legge, ed alla propria determinazione n. 614 del 31/12/2019 si rende noto che è prevista l’erogazione di finanziamenti in conto capitale a favore delle attività commerciali ed
artigianali di servizio operanti nel Comune di Mirandola per gli interventi effettuati nel corso del 2019 secondo le modalità dettagliate nel bando allegato.

A - SPESE FINANZIATE

Sono finanziati gli interventi attuati nei locali degli esercizi commerciali o artigianali di servizio, iniziati nel corso del 2019 e conclusi entro il 30/04/2020, relativi a:

1. sostituzione delle serrande con:

  • vetri antisfondamento;
  • altri serramenti che consentano la visione dell’interno del negozio o del locale dell'artigianato di servizio, anche nei periodi di chiusura.

 
2. sostituzione della vetrina esterna
(vetro + infisso) purché, nel caso i locali siano ubicati in centro storico, venga garantita la visibilità dell'interno del locale anche negli orari in cui l'attività non viene svolta; il finanziamento è ammesso anche nel caso sia reintrodotto il serramento esterno, che deve però consentire la visione dell’interno del locale anche nei periodi di chiusura;

3. sostituzione di vetri già installati, anche in seguito a rimozione della serranda, con altri di maggiore efficacia antintrusiva purché, nel caso i locali siano ubicati in centro storico, venga garantita la visibilità dell'interno del locale anche negli orari in cui l'attività non viene svolta; il finanziamento è ammesso anche nel caso sia reintrodotto il serramento esterno, che deve però consentire la visione dell’interno del negozio o del locale dell'artigianato di servizio, anche nei periodi di chiusura;

4 reintroduzione serranda esterna purché venga garantita la visibilità dell'interno del locale anche negli orari in cui l'attività non viene svolta;

5. installazione di sistemi antintrusione purché, nel caso i locali siano ubicati in centro storico, venga garantita la visibilità dell'interno del locale anche negli orari in cui l'attività non viene svolta; sono, comunque, ammessi a finanziamento soltanto interventi edilizi strettamente legati all’installazione di tali dispositivi;

6. installazione di sistemi di videosorveglianza, qualora l’intervento

• non sia finanziato, o sia finanziato solo in parte dal Fondo per la sicurezza per le imprese maggiormente esposte a fatti criminosi istituito dalla C.C.I.A.A; l'importo erogabile non deve però costituire causa di revoca di quanto già concesso dalla CCIAA;

• garantisca comunque la visibilità dell'interno del locale anche negli orari in cui l'attività non viene svolta, nel caso i locali siano ubicati in centro storico;

 7. installazione nei chioschi di sistemi antintrusione (ammettendo a finanziamento soltanto interventi edilizi strettamente legati all’installazione di tali dispositivi) e/o di sistemi di videosorveglianza qualora la spesa non sia finanziata, o sia finanziata solo in parte dal Fondo per la sicurezza per le imprese maggiormente esposte a fatti criminosi istituito dalla C.C.I.A.A (l'importo erogabile non deve però costituire causa di revoca di quanto già concesso dalla stessa CCIAA).

Gli interventi devono essere correttamente inseriti nell’ambito urbano in cui si collocano; devono recepire quanto previsto dal RUE vigente e rispettare le norme specifiche del Centro Storico nonché quanto previsto dai regolamenti comunali vigenti in relazione all’attività svolta.

Sono finanziabili anche gli interventi realizzati in locali adibiti a sola mostra di prodotti, ma funzionalmente collegati ad un’attività commerciale od artigianale di servizio.

Non possono essere finanziati gli interventi realizzati in violazione della normativa urbanistica vigente o non conformi a quanto previsto dai regolamenti comunali vigenti in relazione all’attività svolta.


B - AREA DI INTERVENTO

Sono finanziabili gli interventi di cui al precedente punto A) attuati in chioschi, negozi o locali dell’artigianato di servizio ubicati in tutto il territorio del Comune di Mirandola.

C - SOGGETTI ATTUATORI

Possono inoltrare domanda per l’erogazione del finanziamento:

1. i titolari o i legali rappresentanti delle aziende commerciali o artigianali di servizio;

2. i proprietari di negozi o di locali dove attualmente sia esercitata un’attività commerciale o artigianale di servizio.

La domanda dovrà essere presentata direttamente da chi effettua l’intervento sostenendone gli oneri.

Non possono ottenere il finanziamento

• le attività di “compro oro”

• le imprese che abbiano installato o che intendano installare apparecchi da gioco con vincita in denaro.

• le imprese che non risultino più in attività al momento della richiesta;

• Le imprese che esercitano un’attività non ammessa in quei locali;

 Le imprese partecipanti, a pena di esclusione, devono necessariamente possedere i seguenti requisiti al momento della pubblicazione del bando:

• essere iscritte al Registro delle Imprese o all’Albo Artigiani delle Camera di commercio territoriale competente alla data di presentazione della domanda;

• essere in regola col pagamento dei tributi comunali;

• essere in situazione di regolarità contributiva attestato dal DURC o avere in corso un piano rateizzato di rientro;

• non essere sottoposte a procedure di liquidazione (compresa liquidazione volontaria), in stato di fallimento o di qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente, come rilevabile dalla visura camerale dell’impresa;

D - MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

1. Le domande, anche complete delle fatture regolarmente quietanzate o munite della documentazione bancaria attestante l’avvenuto pagamento, devono essere presentate entro il 31 dicembre 2019 utilizzando l’apposito allegato modello di domanda con marca da bollo da Euro 16,00, compilato in ogni sua parte, sottoscritto dal richiedente e corredato da una fotocopia non autenticata di un documento di identità in corso di validità. Per i cittadini stranieri è necessaria una copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno, ai sensi della normativa vigente.

Alla domanda deve essere allegata anche documentazione fotografica dello stato di fatto esistente prima dell'intervento effettuato.

2. Le domande dovranno pervenire al Comune di Mirandola:

  • a mano, nei termini stabiliti dal presente bando, all’Ufficio Protocollo del Comune di Mirandola, nell’orario di apertura al pubblico;
  • per posta, inviandole A MEZZO RACCOMANDATA A/R al seguente indirizzo: Comune di Mirandola – Via Giolitti 22, CASELLA POSTALE 2239039 - 41037 Mirandola. In tal caso farà fede la data del timbro di ARRIVO;
  • mediante posta elettronica certificata (pec) al seguente indirizzo: comunemirandola@cert.comune.mirandola.mo.it

 

Per l’inoltro tramite posta elettronica certificata:

- la domanda e i relativi allegati dovranno essere tutti sottoscritti digitalmente dal richiedente o, in alternativa, dal soggetto cui è stata conferita procura speciale per l’inoltro;

- il modello di Procura speciale è reperibile all’indirizzo http://suaper.lepida.it/people in home page;

- la marca da bollo, scansionata e sottoscritta digitalmente, deve essere allegata alla domanda.

Allegati: