Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Autentica di firma: quietanza liberatoria

Il Decreto Legge 70 del 13 maggio 2011 convertito nella Legge 12.07.2011 n. 106 ha introdotto all'art. 8 co. 3-bis la possibilità, anche per i funzionari del Comune, di autenticare le firme sulle quietanze liberatorie.

La quietanza liberatoria è un atto a forma vincolata mediante il quale il creditore, liberando il debitore, non si limita a dichiarare di aver ricevuto una data somma di denaro a fronte di un assegno sprovvisto di copertura, ma esprime una volontà ben precisa, volta a liberare il debitore dall'obbligazione contratta nei confronti del creditore. L'autenticazione di firma è l'attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la firma è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell'identità della persona che firma.

La forma ed il contenuto della quietanza

La quietanza, stante la sua efficacia probatoria dichiarativa, deve avere forma scritta. Può assumere la forma di atto pubblico o di dichiarazione ricevuta da notaio o da altro pubblico ufficiale che sia autorizzato a conferirle pubblica fede ex art. 2699 c.c.. Alcuni autori ritengono non necessaria (seppur opportuna) la firma del creditore, trattandosi di dichiarazione e non di negozio (Bianca). Stando invece al contenuto, la quietanza deve indicare necessariamente il nome del creditore e del debitore, il rapporto obbligatorio cui inerisce (causale), data e firma (vedi comunque sopra). La quietanza deve essere rilasciata dal creditore se il debitore ne faccia richiesta e non può quindi esimersi in detta specifica ipotesi.

Cosa occorre

Il soggetto che dichiara di aver ricevuto il pagamento, deve recarsi personalmente presso i nostri uffici munito della dichiarazione già compilata e di documento di identità in corso di validità

Costo

  • Imposta di bollo Euro 16,00
  • Diritti di segreteria Euro 0,52

Trasparenza

Per ottenere informazioni sulla TRASPARENZA: norme e tempi dei procedimenti, privacy, accesso agli atti e strumenti di tutela per i cittadini - CLICCA QUI.