Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

EMERGENZA CORONAVIRUS - I moduli per autocertificare i propri spostamenti

I decreti del Governo hanno limitato gli spostamenti delle persone sul territorio nazionale. I moduli per poter attestare le ragioni dei propri spostamenti.

È online il nuovo modello di autodichiarazioni in caso di spostamenti che contiene una nuova voce con la quale l'interessato deve autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall'art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus "COVID-19".

Il nuovo modello prevede anche che l'operatore di polizia controfirmi l'autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In tal modo il cittadino viene esonerato dall'onere di allegare all'autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità.

Per conoscere quali possono essere i motivi che possono giustificare gli spostamenti si consiglia di consultare il sito del Governo.

Al fine di fornire uno strumento con cui attestare nei confronti degli eventuali controlli di Polizia, le ragioni del proprio spostamento, in allegato si forniscono dei modelli di autocertificazione (dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà), che devono essere compilati in ogni loro parte e portati con se durante gli spostamenti. La firma sul modulo deve essere fatta al momento del controllo da parte delle forze dell'ordine.

Si rammenta che le dichiarazioni false sono punite a norma del codice penale, art.495: "Falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri - Chiunque dichiara o attesta falsamente al pubblico ufficiale, in un atto pubblico, l’identità o lo stato o altre qualità della propria o dell’altrui persona è punito con la reclusione fino a tre anni.Alla stessa pena soggiace chi commette il fatto in una dichiarazione destinata ad essere riprodotta in un atto pubblico."

Il mancato rispetto delle misure di contenimento é punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000 e non si applicano le sanzioni contravvenzionali previste dall'articolo 650 del codice penale o da ogni altra disposizione di legge attributiva di poteri per ragioni di sanità, di cui all'articolo 3, comma 3. Se il mancato rispetto delle predette misure avviene mediante l'utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo.

Si rammenta inoltre che a differenza della residenza, che può essere certificata dal Comune, il domicilio non può essere attestato o certificato da nessun Ente Pubblico, ma può essere solamente dichiarato dall'interessato. Il domicilio, sulla base di quanto previsto dall'art.43 del codice civile, é il luogo in cui una persona ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi.
La modulistica allegata comprende:
  • un modulo di dichiarazione dei motivi a giustificazione dello spostamento;
  • un modulo di dichiarazione del proprio domicilio se diverso dalla residenza anagrafica.
Si raccomanda durante gli spostamenti di avere sempre con se un documento di riconoscimento valido: patente, carta d'identità, passaporto.