Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016

E' stato pubblicato sulla G.U. n.227 del 28/09/2016, il decreto del Presidente della Repubblica in data 27 settembre 2016, con cui per la data del 4 dicembre 2016 è stato indetto un referendum popolare confermativo previsto dall’articolo 138 della Costituzione sulla legge costituzionale “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione” approvata dal Parlamento e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016.
RISULTATI DEFINITIVI Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016
REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 4 DICEMBRE 2016
E' stato pubblicato sulla G.U. n.227 del 28/09/2016, il decreto del Presidente della Repubblica in data 27 settembre 2016, con cui per la data del 4 dicembre 2016 è stato indetto un referendum popolare confermativo previsto dall’articolo 138 della Costituzione sulla legge costituzionale “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione” approvata dal Parlamento e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016.
Il Dossier del Ministero dell'Interno sul Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016
Questo dossier intende offrire una serie di informazioni a cittadini e addetti ai lavori. Un cenno sulle origini del referendum in Italia, l’iter dei lavori parlamentari del disegno di legge costituzionale, il testo di legge di riforma a fronte della Costituzione, le modalità e le operazioni di voto in Italia e all’estero, gli elettori e le sezioni in Italia e all’estero e molti altri approfondimenti. Tra le curiosità: i comuni con il corpo elettorale meno numeroso e più numeroso, i giovani che voteranno er la prima volta, gli Stati e le Regioni con il numero minore ed il numero maggiore di elettori italiani residenti o temporaneamente all’estero che voteranno per corrispondenza.
Fac simile scheda elettorale Referendum costituzionale 4 dicembre 2016
Quesiti
In quale seggio posso andare a votare?
I seggi elettorali
La Tessera elettorale
La TESSERA ELETTORALE si presenta in formato cartaceo, su cartoncino chiaro sia per gli uomini che per le donne. Su di essa sono riportati i dati relativi alle circoscrizioni elettorali per tutti i tipi di votazione, i dati anagrafici dell’elettore, il suo indirizzo, il numero e l’ubicazione della sezione dove l’elettore può recarsi a votare.
Come vengono nominati gli scrutatori di seggio elettorale
Gli scrutatori di seggio elettorale vengono nominati dalla Commissione Elettorale Comunale, individuando le persone dall'Albo comunale degli scrutatori
Come vengono nominati i Presidenti e i Segretari di Seggio elettorale
I Presidenti di seggio elettorale vengono nominati dalla Corte d'Appello di Bologna, individuando le persone dall'Albo comunale dei Presidenti di seggio. I Segretari di seggio elettorale vengono nominati direttamente dai Presidenti di seggio tra gli elettori del Comune aventi almeno il titolo di studio di scuola media superiore.
Voto degli elettori temporaneamente all’estero
Gli elettori temporanemanete all'estero da almeno 3 mesi, per motivi di studio, lavoro, cure mediche e dei loro famigliari conviventi, possono richiedere di poter votare per corrispondenza.
Voto degli elettori residenti all'estero (AIRE). Opzione di voto in Italia
Gli elettori residenti all'estero (AIRE) possono votare per corrispondenza per alcune tipologie di votazioni: europee, politiche e referendum
Voto degli elettori con problemi di salute
Gli elettori con problemi di salute possono ricorrere, a seconda dei casi, al voto assistito con accompagnatore o al voto domiciliare. Gli elettori ricoverati presso l'Ospedale o la Casa portetta C.I.S.A., possono esprimere il proprio voto presso tali strutture.
Trasporto delle persone con difficoltà nella deambulazione tramite Croce Blu
La croce blu svolge un servizio gratuito di trasporto degli elettori con difficoltà nella deambulazione dalla propria abitazione al seggio elettorale.
La propaganda elettorale
E’ necessario che, in occasione delle elezioni e Referendum, coloro che che concorrono alla campagna elettorale, agiscano nel rispetto dei principi che regolano la comune convivenza, senza porre in essere comportamenti prevaricatori degli altrui diritti. In merito è stato rilevato che la condizione di parità deve sussistere necessariamente tra tutti i concorrenti in modo che nell’accesso agli spazi loro riservati, non si verifichi la prevalenza di uno rispetto ad altri. L’attività dei concorrenti nelle consultazioni elettorali rientra nel concetto di “propaganda” regolata dalla legge n.212/1956 (propaganda mediante affissione), dagli artt.29 e 30 della legge n.81/1993 (propaganda disposta per le elezioni comunali e provinciali) e dalla legge n.28/2000 (propaganda tramite mezzi d’informazione).
Richieste di occupazione di suolo pubblico, o di sale pubbliche, per iniziative elettorali
Voto degli elettori residenti in Comuni colpiti dal sisma dello scorso agosto e ottobre 2016
Con il decreto Legge n.264 dell'11 novembre scorso, all'art.10 sono stati stabilite le modalità di voto agli elettori residenti che, a causa dei recenti sismi, sono residenti in comuni chenon sono in grado di assicurare il regolare svolgimento della consultazione referendaeria, sia degli elettori temporaneamente alloggiati in comuni diversi da quelli di residenza.
Istruzioni ministeriali per i membri dei seggi elettorali
Le presenti istruzioni ministeriali fanno riferimento al Referendum popolare dell'aprile 2016. Non appena disponibili verranno pubblicate quelle riferite al Referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo
Ammissione al voto degli elettori con procedure speciali
La legge consente che, in particolari casi, alcune categorie di elettori, possano esprimere il proprio voto in un seggio o in un Comune di verso da quello in cui sono iscritti nelle liste elettorale. Nella Circolare pubblicata dal Ministero dell'Interno sono individuate quali siano tali elettori, e i principali adempimenti procedurali al fine di consentirgli l'esercizio del voto.
Agevolazioni tariffarie per i viaggi degli elettori
In vista del referendum istituzionale del 4 dicembre prossimo, come di consueto per ogni chiamata alle urne il ministero dell'Interno ha previsto una serie di agevolazioni tariffarie per gli elettori che si metteranno in viaggio verso i propri Comuni d'iscrizione.
Modulistica
Verbale delle operazioni dell'ufficio di sezione elettorale
In allegato copia del verbale che verrà utilizzato dagli uffici di sezione elettorale durante le operazioni di insediamento dei seggi, voto e scrutinio, in occasione del Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016