Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

LA STAGIONE TEATRALE DI MIRANDOLA

LA STAGIONE TEATRALE DI MIRANDOLA
LA STAGIONE TEATRALE DI MIRANDOLA
All'Aula Magna Rita Levi Montalcini dieci spettacoli dal 21 novembre all'11 aprile 2018

Dieci spettacoli tra prosa, musica e danza per offrire una visione a 360 gradi dei generi teatrali, sempre con una particolare attenzione all’oggi, passando attraverso le rivisitazioni di testi classici italiani e stranieri di Eduardo Scarpetta ed Henrik Ibsen, la comicità surreale e ironica e quella più immediata di due testi di drammaturgia francese contemporanea dei premiati autori Pierre Notte e Matthieu Delaporte conAlexandre de LaPatellière, la ricchezza della poesia della terra siciliana nelle parole di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, la perdita di identità di un uomo come causa della perdita del lavoro scritto e messo in scena da uno dei più originali autori italiani, la vita e l’arte che si incrociano e si confondono nella trasposizione scenica della carriera di un nostro grande attore e regista, le suggestioni in forma di note tra un musical sulla principessa Sissi e un concerto ispirato a un testo di Jack London, le atmosfere della “Tosca”pucciniana riproposte in un balletto di grande impatto emotivo. E per arricchire ulteriormente l’offerta culturale, saranno proposti al pubblico gratuitamente due film tratti da due degli spettacoli in cartellone e un incontro con l’autore, regista, attore Mariano Dammacco.

La stagione 2017-2018 dell’Aula Magna Rita Levi Montalcini di Mirandola, affidata per il terzo anno consecutivo al Circuito multidisciplinare regionale dell'Emilia Romagna Ater (Associazione teatrale Emilia-Romagna), si contraddistingue per qualità e varietà delle proposte in grado di soddisfare le esigenze di ogni tipo di pubblico, con alcuni tra i più importanti nomi del panorama teatrale non soltanto italiano. Inizio spettacoli ore 21.

Il cartellone si apre martedì 21 novembre con un classico del teatro napoletano di fine ‘800, ovveroMiseria & Nobiltà”di Eduardo Scarpetta riscritto, diretto e interpretato da Michele Sinisi. La storia del povero squattrinato Felice Sciosciammocca, costretto a vivere di espedienti per rimediare a fatica un tozzo di pane, dà vita a una fitta tessitura di trovate dialogiche e di situazioni che rappresentano la summa dell’arte attoriale italiana. Sinisi si svincola dalla cifra partenopea dell’originale e gioca con i dialetti.

Mercoledì 13 dicembre l’appuntamento sarà con uno spettacolo di drammaturgia contemporanea ironico e surreale: “Due vecchiette vanno a Nord”del francese Pierre Notte, diretto e interpretato da due attrici del calibro di Angela Malfitano e Francesca Mazza. Annette e Bernadette hanno appena perso la madre e deciso di inumare le sue ceneri vicino a quelle del padre, nel Nord del Paese. Ma inizia in realtà un viaggio rocambolesco, insieme reale e metaforico, carico di memorie e conti da chiudere.  

Lo spettacolo successivo, in programma sabato 30 dicembre, è il musical “La principessa Sissi” scritto e diretto da Corrado Abbati. La vicenda di Elisabetta detta Sissi che a soli sedici anni va in sposa all’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe, in un nuovo spettacolo teatrale dove l’ambientazione, lo sfarzo, gli amori e gli intrighi della vicenda diventano sede ideale per una ricca rappresentazione con grandi quadri d’insieme, balli di corte e atmosfere da “Capodanno a Vienna”.

La stagione proseguirà nel nuovo anno: mercoledì 17 gennaio 2018 a calcare le scene dell’Aula Magna Rita Levi Montalcini con “La Sirena”arriva Luca Zingaretti, sia regista che interprete unico di questo spettacolo, con musiche dal vivo di Germano Mazzocchetti, tratto dal racconto “Lighea” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, dove trova spazio, in un percorso tra la carnalità del presente e la spiritualità dell’antichità, la ricchezza della poesia della terra siciliana.

Sabato 27 gennaio andrà in scena un classico del teatro moderno, “Casa di bambola”di Henrik Ibsen con la regia e l’interpretazione di Roberto Valerio e con Valentina Sperlì nel ruolo della protagonista Nora Helmer. Partendo da una nuova e attenta rilettura di questo grande classico di fine ‘800, attraverso una riscrittura e rielaborazione scenica del testo, si approda ad uno spettacolo dove il centro è “il dramma nudo”.

Mercoledì 31 gennaio alle ore 21 sarà proiettato a ingresso gratuito il film “Casa di bambola” (“A Doll’s House”) di Patrick Garland (Gran Bretagna, 1973) con Claire Bloom ed Anthony Hopkins.

Una commedia scoppiettante e ricca di colpi di scena: martedì 6 febbraio l’appuntamento è con “Le Prènom”dei noti autori francesi Matthieu Delaporte eAlexandre de LaPatellière con la regia di Antonio Zavatteri e cinque straordinari interpreti. Una serata conviviale come tante altre tra cinque amici quarantenni tutti appartenenti alla media borghesia. Quella sera, il fratello della padrona di casa comunica alla compagnia che diventerà padre e non ha dubbi che sarà maschio; ma lo sconcerto nasce quando egli comunica il nome che hanno deciso di mettere al figlio…

Venerdì 16 gennaio alle ore 21 sarà proiettato a ingresso gratuito il film “Cena tra amici” (“Le Prènom”) diretto da Matthieu Delaporte eAlexandre de LaPatellière (Francia/Belgio 2012) con Patrick Bruel e Valérie Benguigui.

 

Giovedì 22 febbraio sul palco dell’Aula Magna Rita Levi Montalcini arriva uno dei più grandi attori e registi del teatro italiano: in “Ferruccio Soleri - Una vita d’Arlecchino”di Yannis Hott con la regia di Mario Mattia Giorgetti, l'attore storico Ferruccio Soleri, tra un lazzo e l'altro del suo “Arlecchino servitore di due padroni”, racconta la sua vita di protagonista e quella privata. Dopo una breve presentazione storica sul fenomeno della “Commedia dell'Arte”, tenuta da Mario Mattia Giorgetti si passa alla serata dedicata a Ferruccio Soleri.

Venerdì 2 marzo Serena Balivo e Mariano Dammacco sono gli intensi protagonisti di “Esilio”ideato scritto e diretto dallo stesso Dammacco, spettacolo vincitore “Last Seen” 2016 (miglior spettacolo dell’anno su Krapp’s Last Post) che racconta la storia di un uomo come tanti al giorno d’oggi, un uomo che ha perso il suo lavoro e insieme gradualmente perde un proprio ruolo nella società fino a smarrire la propria identità, arrivando a sentirsi abbandonato e solo seppure all’interno della sua città.

Giovedì 1° marzo alle ore 18.30 il regista, autore e attore Mariano Dammacco terrà l’incontro aperto a tutti dal titolo “Come orientarsi in un sogno”.

Penultimo appuntamento di stagione sabato 17 marzo con la musica: “Knock Outovvero concerto per Jack London, un melodramma jazz d’amore e pugilato”, interpreti Fabrizio Bosso alla tromba, Luciano Biondini alla fisarmonica e con la voce di Silvio Castiglioni, assieme all’Orchestra regionale dell’Emilia Romagna. Lo spettacolo è tratto dal racconto “The Game” (“Il gioco” o “Lo sport del ring”, a seconda delle traduzioni) di Jack London, liberamente adattato da Silvio Castiglioni per renderlo congeniale per la scena. Un racconto di pugilato al ritmo del miglior cronista sportivo quale seppe essere, tra le tante altre cose, Jack London, e insieme una commovente e straziante storia d’amore.

Chiuderà il cartellone, mercoledì 11 aprile, un interessante spettacolo di danza contemporanea: “Tosca X”, coreografia, regia, luci, scene e costumi diMonica Casadei. Qui la coreografa esplora l’universo pucciniano interpretando la celeberrima opera lirica con segno impetuoso ed empatia intellettuale. Anche questo titolo prosegue il percorso di indagine che da diverse stagioni appassiona la Casadei: la relazione tra il gesto coreografico e la parola drammaturgica, foriera di una cifra stilistica in sé già eloquente.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.

Abbonamenti - Dal 16 al 21 ottobre la vendita è riservata a chi desidera sottoscrivere un abbonamento Prosa 10. Dal 23 al 28 ottobre sarà possibile acquistare anche i Carnet 6, mentre dal 7 novembre la biglietteria riaprirà per la vendita dei nuovi abbonamenti con i seguenti orari: il martedì dalle ore 17 alle ore 19 e il giovedì dalle ore 10.30 alle ore 12.30. La vendita dei Carnet prosegue anche al termine della campagna abbonamenti, seguendo la modalità prevista per la vendita dei biglietti. E’ possibile acquistare i biglietti anche online su www.vivaticket.it