Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

RESTAURO DEL DUOMO

RESTAURO DEL DUOMO
RESTAURO DEL DUOMO
Convegno in programma sabato 10 ottobre organizzato dal Comune di Mirandola e dal Centro Documentazione Sisma Emilia 2012

Sabato 10 ottobre si svolgerà la Giornata di Studio con tema “Il restauro del Duomo di Mirandola. Un progetto tra storia e futuro”, organizzata dal Centro Documentazione Sisma Emilia 2012 ad un anno dalla riapertura del Duomo. L'evento, si terrà al Parco di via Matteotti 2 (Giardino ex Cassa di Risparmio di Mirandola) o in caso di maltempo, all’Auditorium “Rita Levi Montalcini”. Per l’occasione verrà effettuata anche la diretta sulla pagina Facebook della biblioteca comunale "Eugenio Garin".

Gli interventi in programma faranno luce sulla storia dell'edificio e del centro storico della città e arriveranno ad approfondire argomenti come i progetti di ricostruzione, dalla messa in sicurezza del cantiere al restauro delle superfici e alla ricomposizione degli arredi.

Il convegno si svolgerà ovviamente nel pieno rispetto delle misure preventive e dei protocolli anti-Covid con accesso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Una parte dei posti sarà riservata agli architetti e agli ingegneri che decideranno di partecipare per il conseguimento dei CFP.

Il Centro Documentazione Sisma Emilia 2012 è nato nel 2017 su impulso del Comune di Mirandola e della Regione Emilia-Romagna con l'obiettivo di raccogliere documenti, video, immagini e testimonianze relative alle fasi dell’emergenza sismica e della ricostruzione.

Il Centro ha un portale https://docsismaemilia.it   nato dall’esigenza di voler organizzare in un database e rendere pubblici documenti digitalizzati, immagini, riferimenti a iniziative e pubblicazioni, filmati. Ma anche interviste, mostre ed eventi.

 Scarica il Programma del convegno

L’evento è stato organizzato dal Comune di Mirandola e dal Centro Documentazione Sisma Emilia 2012, con il patrocinio ed il contributo della Regione Emilia Romagna e in collaborazione con Segretariato regionale del MiBACT per l’Emilia Romagna, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, Regione Emilia-Romagna, Diocesi di Carpi e Parrocchia Santa Maria Maggiore.