Achille e Odisseo. La ferocia e l'inganno

31-03-2021

Nuovo appuntamento con "Un castello di libri", la rassegna dell'Assessorato alla Cultura in digital edition

Scadenza:

31-03-2021

Achille e Odisseo. La ferocia e l'inganno

Achille e odisseo sono i protagonisti del nuovo appuntamento con "Un castello di libri", la rassegna dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Mirandola, quest'anno on line a casusa della situazione pandemica in corso. L'evento - che si terrà mercoledì 31 marzo 2021, alle ore 18:00 in diretta streaming sulla pagina Facebook della Biblioteca comunale "Eugenio Garin" (@begmirandola · Biblioteca) - incentrato sulla presentazione del libro "Achille e Odisseo. La ferocia e l'inganno", sarà introdotto dall'Assessore alla Cultura del Comune di Mirandola Marina Marchi. Mentre toccherà poi all'autore, dott. Matteo Nucci, studioso del mondo antico ed autore di saggi e romanzi per Einaudi ad esporre le due figure.

Ma chi sono Achille e Odisseo?

Odisseo è l’uomo dal multiforme ingegno, il prototipo del viaggiatore per eccellenza. È uno dei personaggi omerici più noti della mitologia greca. Omero, celebre poeta greco, autore dei due poemi dell'Iliade e dell'Odissea, che hanno segnato la storia letteraria di tutti i tempi, lo ha reso immortale con i suoi versi. Quando si parla di Odisseo tutti pensano all’Odissea, in realtà Odisseo compare per la prima volta nell'Iliade, il poema che tratta della guerra di Troia. Odisseo però non ha nessuna intenzione di partire per la guerra perciò si finge pazzo.

I messaggeri di Agamennone vanno a Itaca per reclutare Odisseo e portarlo a Troia. Lo trovano mentre sta arando la spiaggia e vi semina del sale. Ma tra coloro che sono venuti a prenderlo, c'è qualcuno più furbo di lui, Palamede, che prende il figlio di Odisseo, Telemaco, e lo mette davanti all'aratro per vedere se il padre è veramente così pazzo da travolgerlo. Ulisse in questo modo viene smascherato ed è costretto a partire per Troia.

Qui, dopo 10 anni di guerre estenuanti tra achei e troiani, riesce a portare i primi alla vittoria attraverso lo stratagemma del cavallo di Troia.

Di questo parleremo mercoledì 30 alle ore 18 sulla pagina Facebook della biblioteca Eugenio Garin di Mirandola con Matteo Nucci.

Achille invece è un semidio, nato dall’unione della ninfa Teti e il padre Peleo. La madre lo immerse nel fiume Stige, per renderlo invulnerabile, tenendolo stretto per un tallone, che divenne così il suo punto debole.

Quando Achille aveva nove anni, l’indovino Calcante annunciò che la città di Troia non avrebbe potuto essere conquistata senza l'aiuto di Achille. Teti, temendo la morte del figlio sotto le mura della città, sottrasse il giovane alle cure di Chirone e lo portò a Sciro, presentandolo come una donna: lo vestì con abiti femminili e lo fece vivere insieme alle figlie del re.

Intanto Odisseo fu incaricato, insieme ad altri compagni, di andare alla ricerca del giovane Achille per portarlo alla guerra. Scoperto il suo nascondiglio, Odisseo si presentò come un mercante, portando a Sciro stoffe e oggetti preziosi, adatti ai gusti femminili. Tuttavia, dentro una cesta lo scaltro Odisseo aveva messo anche alcune splendide armi, che Achille immediatamente scelse, rivelandosi. Venne così scoperto e fu costretto a partire alla volta di Troia.


Date e orari

31
March
18:00 - Inizio evento
31
March
19:30 - Fine evento

Ulteriori informazioni

biblioteca@comune.mirandola.mo.it - Tel. 0535.29778/783

Ultimo aggiornamento

30-03-2021 10:03