Modalità di inoltro di richieste (istanze) o dichiarazioni ai Servizi Demografici

Istanze o dichiarazioni possono essere sottoscritte di fronte al funzionario competente a ricevere la documentazione, oppure inviate per il tramite del fax o raccomandata con allegato la fotocopia di un documento d’identità valido. Le istanze possono essere inviate anche in via telematica.

Istanze o dichiarazioni rivolte ai Servizi Demografici possono essere sottoscritte di fronte al funzionario competente a ricevere la documentazione, oppure inviate per il tramite del fax o servizio postale, con allegato la fotocopia di un documento d’identità valido. Le istanze potranno essere inviate anche in via telematica ad una delle seguenti condizioni:

  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  2. che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica (CIE), della Carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  3. che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice o PEC.

Istane o dichiarazioni possono essere presentate agli sportelli dei Servizi Demografici  in via Giolitti n.22 (zona Ipercoop), oppure presso l’Ufficio Protocollo, nella stessa sede.

Gli indirizzi a cui è possibile trasmettere le istanze sono i seguenti:

Cosa serve

-

Contatti

Ulteriori informazioni

· Si rammenta che richieste e dichiarazioni, se non sottoscritte davanti al funzionario incaricato di ricevere la documentazione, deve essere allegato un documento d'identità personale.

· Il personale dell'Ufficio Protocollo non è da considerarsi funzionario incaricato a ricevere la documentazione.

· L’allegazione di un valido documento d’identità, difatti, non rappresenta un mero formalismo, ma piuttosto un onere fondamentale del sottoscrittore, configurandosi come l’elemento diretto a comprovare, non tanto le generalità del dichiarante, ma ancor prima l’imprescindibile nesso di imputabilità soggettiva della dichiarazione ad una determinata persona fisica.

· Da ciò ne consegue che l’omessa allegazione del documento in questione, non integra una mera irregolarità suscettibile di correzione per errore materiale, ma un elemento che rende irricevibile la domanda.

Ultimo aggiornamento

09-03-2021 11:03