Salta al contenuto

Censimento Popolazione e Abitazioni anno 2021

A ottobre 2021 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni.

Censimento Popolazione e Abitazioni anno 2021

Dopo i censimenti del 2018 e 2019, e la sospensione dovuta all'emergenza pandemica del 2020, l’Istat rileverà nel nostro Comune le principali caratteristiche della popolazione dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.

Il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni non coinvolge tutte le famiglie che dimorano abitualmente sul territorio italiano, ma ogni anno un campione di esse: oltre due milioni e 400 mila famiglie, residenti in circa 4.500 comuni italiani.

Inoltre, solo una parte dei comuni (circa 1.100) è interessata ogni anno dalle operazioni censuarie, mentre la restante è chiamata a partecipare una volta ogni 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano, almeno una volta, alle rilevazioni censuarie.

Grazie all’uso integrato di rilevazioni statistiche campionarie e dati provenienti da fonti amministrative, il Censimento permanente è in grado di restituire annualmente informazioni che rappresentano l’intera popolazione, ma anche di contenere i costi e il disturbo statistico sulle famiglie. Informazioni necessarie ai decisori pubblici (Stato, Regione, Provincia, Comune), alle imprese, alle associazioni di categoria, a enti e organismi che le utilizzano per programmare in modo ragionato, pianificare attività e progetti, erogare servizi ai cittadini italiani e agli stranieri che vivono in Italia e monitorare politiche e interventi sul territorio.

A partire dall’anno 2021, con cadenza quinquennale, la popolazione legale sarà determinata con decreto del Presidente della Repubblica sulla base dei risultati del Censimento permanente della popolazione.

Il Comune di Mirandola sarà interessato ogni anno alle operazioni censuarie, e per il 2021 le famiglie coinvolte, selezionate direttamente da Istat e che dovranno rispondere alle domande di un apposito questionario, saranno circa 400.

Le famiglie coinvolte saranno avvisate tramite apposite comunicazioni trasmesse direttamente da Istat e/o tramite rilevatori selezionati appositamente dal Comune, PERTANTO SE NON DIRETTAMENTE COINVOLTE, LE FAMIGLIE NON DOVRANNO ASSOLVERE AD ALCUN OBBLIGO.

Il censimento si svolgerà tra il 1° ottobre e il 13 dicembre, e sarà suddiviso in 3 fasi:

  1. in una prima fase, tra l'1 e il 13 ottobre, i rilevatori dovranno verificare sul terriotorio un determinato numero di indirizzi e distribuire le comunicazioni alle famiglie coinvolte per informarle della necessità della compilazione del questionario di censimento;
  2. nella seconda fase, prevista tra il 14 ottobre e il 18 novembre, le famiglie di cui al punto precedente dovranno compilare il questionario di censimento, o con l'aiuto del rilevatore presso la propria abitazione o presso il Comune (presso il Comune il questionario può essere compilato anche in modo autonomo);
  3. nell'ultima fase, prevista tra il 4 ottobre e il 13 dicembre, le famiglie campione, diverse di quelle ai punti precedenti e avvisate tramite una comunicazione inviata da Istat, dovranno compilare il questionario di censimento in modo autonomo (anche presso la sede del Comune), oppure avvalendosi dell'aiuto dei rilevatori.

Per informazioni i cittadini si potranno rivolgere:

  1. Numero verde Istat: 800.188.802, attivo dal 1° ottobre tutti i giorni dalle ore 9:00 alle 21:00.
  2. Ufficio Comunale di Censimento: presso il Municipio di Mirandola, via Giolitti n.22, tel. 053529511, email: elettorale@comune.mirandola.mo.it.

Ulteriori informazioni potranno essere trovate su:

Consulta anche le FAQ - Domande e risposte sul censimento.

OBBLIGO DI RISPOSTA E SANZIONI

Si rammenta che per quanto riguarda le operazioni di Censimento, le famiglie sono tenute all'obbligo di risposta (art. 7 del d.Lgs. n.322/1989): l'obbligo di risposta consiste nella compilazione e trasmissione, in modo completo e veritiero, dei questionari predisposti dall'Istat.

La mancata o incompleta risposta ai questionari, è sanzionabile dall’Istat nella misura minima € 206,00 e massima di € 2.065,00 (art.11 d.Lgs. n.322/1989).

A chi si rivolge

Alle famiglie campione individuate da istat

Accedere al servizio

Come si fa

Le famiglie sono informate della partecipazione al censimento in corso con apposite comunicazione trasmesse da Istat tramite il servizio postale o tramite i rilevatori di censimento.

Una volta informate le famiglie potranno compilare il questionario in modo autonomo oppure avvalendosi dell'aiuto dei rilevatori.

Cosa si ottiene

La compilazione del questionario di censimento

Cosa serve

La compilazione del questionario di censimento può essere effettuato esclusivamente con modalità informatica, pertanto per accedere al questionario sono necessarie le password fornite da istat.

Costi e vincoli

Costi

Nessuno

Vincoli

La compilazione del questionario è OBBLIGATORIA, e la mancata o incompleta risposta ai questionari, è sanzionabile dall’Istat nella misura minima € 206,00 e massima di € 2.065,00 (art.11 d.Lgs. n.322/1989).

Tempi e scadenze

Il censimento si svolgerà tra il 1° di ottobre e il 13 dicembre 2021

Contatti

Trasparenza

Silenzio assenso/Dichiarazione dell'interessato sostitutiva del provvedimento finale
No
Riferimenti normativi

Regolamento (CE) 9 luglio 2008, n. 763/2008
art. 1 commi da 227 a 237 della L. 27 dicembre 2017, n. 205

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

16-09-2021 10:09