Salta al contenuto

Fondi PNRR: oltre un milione e 250mila euro destinati all’ampliamento della rete ciclabile del territorio comunale

Data:

17-01-2022

MIRANDOLA, FONDI PNRR: OLTRE UN MILIONE E 250MILA EURO DESTINATI ALL’AMPLIAMENTO DELLA RETE CICLABILE DEL TERRITORIO COMUNALE

Dei 5 milioni del PNRR che Mirandola si è assicurata ben 1 milione e 269 mila euro andranno a finanziare il progetto predisposto dal Servizio Mobilità del Comune di estensione della rete ciclopedonale sul territorio e di riqualificazione delle piste esistenti. “Abbiamo come obiettivo prioritario – evidenzia l’Assessore alla Mobilità del Comune di Mirandola Antonella Canossa - quello di completare i collegamenti ciclabili mancanti che compromettono l’utilizzo anche di quelli esistenti sia nel capoluogo che nelle frazioni. Collegando meglio quest’ultime al loro interno con tratti nuovi o di completamento.” L’Assessore intende in questo modo rispondere anche a certe critiche pretestuose avanzate la scorsa estate da parte dell’opposizione, quando definì la Giunta “desolatamente povera di idee e ferma nella progettazione generale, dunque anche rispetto alla rete delle ciclabili”. “Capisco sia trascorso un po’ di tempo, ma l’ammissione dei nostri progetti al bando del Ministero e l’opportunità ora concreta di realizzarli, è la miglior risposta che si possa dare”, rimarca l’Assessore Canossa, prima di delineare i dettagli.

Il progetto - che sarà finanziato dai fondi del PNRR punta anzitutto al completamento dei collegamenti ciclabili ancora mancanti – comprende:

- per la frazione di Tramuschio, un nuovo percorso ciclabile lungo via Bastiglia verso est;

- a San Martino Spino, il collegamento lungo via Valli dall’intersezione con via Cascinetta al percorso esistente verso il centro frazionale ed il percorso lungo via Valli dalla fine del centro abitato (zona est) alla località Luia;

- a Mortizzuolo, il collegamento lungo via Imperiale del centro frazionale con la ciclovia del Sole ed il completamento del percorso ciclopedonale di via Don Rettighieri – via Baraldini in zona scolastica;

- a San Giacomo Roncole. il collegamento della frazione lungo via Morandi e via Di Mezzo verso ciclabile esistente di via Posta e poi il proseguimento della ciclabile in via di Mezzo verso ovest;

- a Mirandola il completamento del percorso di via Bruino ed il nuovo collegamento ciclopedonale via Pietri – via 29 Maggio a ridosso della nuova autostazione.

Nel progetto, è stata inserita inoltre anche la riqualificazione di via della Corte a Gavello e le due fasce pedonali laterali alla via Valli in località Tre Gobbi in corrispondenza delle fermate bus.

“Questo piano ha l’obiettivo prioritario di mettere in sicurezza i percorsi esistenti incompleti e di offrire la possibilità a chi si muove per scuola o lavoro di utilizzare la bicicletta – non manca di far notare l’Assessore Canossa - sappiamo dalle indagini condotte che la distanza media che si è disposti a percorre in bicicletta per uno spostamento casa-scuola o casa-lavoro è di circa 3 km. Quindi dobbiamo innanzitutto lavorare su questa potenziale domanda ed offrire l’opportunità per queste distanze di spostarsi in modo sostenibile. Al momento la priorità è questa. In seguito si penserà ai percorsi più lunghi, di interesse turistico o tempo libero. Per Mortizzuolo, molto discusso per altro anche in Consiglio comunale, in questo modo andremo a collegare una parte della frazione al centro frazionale ed alla zona scolastica e, nel contempo alla ciclovia del Sole, data la sua vicinanza a Mortizzuolo, priva però di collegamenti. Per quanto riguarda i collegamenti tra le altre frazioni e la Ciclovia del Sole, considerata l’importante distanza che li separa e la mole di finanziamenti che progetti del genere richiedono, saranno fatte le dovute riflessioni in un secondo momento.”

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 14:08

Questa pagina ti è stata utile?