Salta al contenuto

Inaugurazione questa mattina nuova palazzina ACER in via Nievo, riedificata dopo il sisma. Su 20 appartamenti, 19 quelli già abitati

Data:

22-01-2022

MIRANDOLA, INAUGURAZIONE QUESTA MATTINA NUOVA PALAZZINA ACER IN VIA NIEVO, RIEDIFICATA DOPO IL SISMA. SU 20 APPARTAMENTI, 19 QUELLI GIÀ ABITATI

“Archiviamo di fatto e con soddisfazione un’altra pratica sisma. Mi preme però sottolineare che, ultimati i lavori l’Amministrazione comunale a partire dal novembre del 2019, ha provveduto immediatamente a sistemare negli appartamenti gli inquilini assegnatari. Ad oggi ne resta libero solamente uno. Abbiamo in questo modo dato una risposta adeguata e concreta ad esigenze abitative manifestate dalla cittadinanza.” Queste le parole che il Sindaco di Mirandola Alberto Greco ha pronunciato questa mattina al momento del taglio del nastro della palazzina ACER di via Nievo 1 a Mirandola. All’inaugurazione, oltre al primo cittadino sono intervenuti il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, Andrea Casagrande presidente di ACER Modena e Don Fabio Barbieri, parroco della chiesa di Santa Maria Maggiore, Duomo di Mirandola, che ha provveduto alla benedizione dell’edificio.

Resa inagibile dal terremoto che ha colpito il territorio nel maggio 2012, la palazzina è stata successivamente abbattuta e quindi completamente ricostruita. L’intervento è stato finanziato dalla Regione Emilia Romagna (ricostruzione nell'ambito post sisma, con finanziamento previsto da ordinanza 24/2013), mentre a gestire l'appalto dei lavori – con un importo di circa 2 milioni di euro (1.918.787,00 €) ha provveduto ACER.

Il nuovo edificio di via Nievo 1, ultimato nel 2019, sorge nella medesima area del preesistente, in una zona periferica di Mirandola. Conta 20 unità abitative di cui 16 alloggi medi con 2 camere da letto 4 alloggi piccoli composti da una sola camera. Nella progettazione ci si è orientati all’ottenimento del benessere abitativo dei residenti, al risparmio energetico e al minimo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili. È stato realizzato un cappotto termico dello spessore di 18 cm, una copertura con circa 22 kW di pannelli solari fotovoltaici e si è deciso di eliminare il gas cucina dagli alloggi.

“L’inaugurazione programmata in un primo momento nel febbraio-marzo 2020 purtroppo è slittata per il periodo di massima allerta per il virus covid 19 – prosegue il Sindaco Greco – ma questo appuntamento non è stato dimenticato e, nonostante ci siano ancora i vincoli legati alla pandemia, è bello poter restituire alla cittadinanza i risultati di un lavoro svolto in sinergia tra diversi attori (Regione, Acer, Comune etc.), che ha contribuito al rinnovamento del patrimonio abitativo del Comune di Mirandola, e avere anche presenti le persone che beneficiano di questo intervento. La disponibilità di questi alloggi, che sono arrivati poco tempo dopo il ripristino di un’altra palazzina ERP danneggiata dal sisma, ubicata in via F.lli Cairoli n. 34 e che conta 24 appartamenti, ha consentito di dare una forte risposta alle esigenze abitative manifestate dalla cittadinanza, sia scorrendo le graduatorie per le nuove assegnazioni, sia proponendo delle mobilità sugli alloggi ERP già esistenti in modo da ottimizzare l’utilizzo del patrimonio abitativo dell’Ente e contemporaneamente dare un riscontro concreto ed adeguata alle necessità dei cittadini.”

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

22-01-2022 13:01

Questa pagina ti è stata utile?