Salta al contenuto

Roberto Lodi (Assessore alla Sicurezza): “Un plauso agli agenti per un lavoro costante di prevenzione a beneficio del territorio comunale e delle aree limitrofe”

Il Comune di Mirandola vede certificata nei dati forniti dalla Polizia Locale, la scelta di recedere dall’Unione dei Comuni Area Nord, reinternalizzando un servizio ritornato su standard elevatissimi, anche grazie agli investimenti stanziati in maniera repentina per aumentare il numero di agenti in servizio e gli equipaggiamenti in dotazione. Un investimento generalizzato, in materia di sicurezza per il territorio e per la proprietà, che trova conforto nei dati che attestano Mirandola fra le città col minor tasso di furti dell’intera Provincia di Modena. Si trasmettono di seguito i dati statistici delle maggiori attività di Polizia Locale, riferite al 1° semestre (1° gennaio - 30 giugno): si tratta di una sintesi, con la pubblicazione dei dati completi – voce per voce - di ogni le attività di competenza rimandata come da tradizione in occasione della prossima celebrazione di San Sebastiano (20 Gennaio 2024).

Controlli di polizia stradale:

  • Posti di controllo veicolare effettuati: 592
  • Veicoli fermati e controllati: 5.824 + veicoli controllati in transito per verifica revisione e copertura assicurativa con scansione della targa: 17.036, per un totale complessivo di 22.860 veicoli controllati complessivamente.

In essi sono state rilevate n°3.460 sanzioni al Codice della Strada, così suddivise:

  • N°117 verbali per mancata revisione;
  • N°27 per assenza di copertura assicurativa (si noti che, con 22.860 veicoli controllati, risultano scoperte da assicurazione solamente 12 macchine su 1.000 - su questo territorio il fenomeno della mancanza di assicurazione è pressoché inesistente);
  • N°2 per guida senza patente
  • N°8 per guida in stato di ebbrezza alcolica (5 amministrativi e 3 penali).

A queste, tra le varie sanzioni comminate, si segnalano n°59 verbali elevati per abbandono rifiuti. Sono state infine redatte n°18 informative di reato relative a reati di vario genere e svolte 10 attività di indagini delegate dall'Autorità Giudiziaria o richieste da altre forze di polizia.

Alle attività di presidio del territorio e della rete stradale va aggiunto l'impegno sul fronte dell'educazione stradale e alla legalità, con interventi svolti in numerose scuole di ogni ordine e grado. Infine, doveroso sottolineare l’impegno del personale in occasione degli ultimi disastrosi eventi dello scorso Maggio in terra di Romagna: sin dalle prime ore post alluvione, gli operatori sono stati impegnati in attività anti sciacallaggio, di gestione del traffico e in aiuto agli sfollati sui territori delle Province di Forlì e Ravenna.

I dati, ma soprattutto la generalizzata percezione di maggiorata sicurezza dei cittadini mirandolesi, certificano la bontà della scelta di riportare la Polizia Locale sotto al diretto controllo di Mirandolacommenta soddisfatto l’Assessore alla Sicurezza Roberto LodiSul corpo è stato effettuato un investimento generalizzato, che ha portato il potenziamento dei ranghi, passati da 14 a 23 agenti in un solo anno e raggiungendo in tempi record gli standard stabiliti dalla Regione in un agente ogni 1.000 abitanti. L’attenzione dell’Amministrazione si è poi rivolta nell’ammodernare e migliorare gli equipaggiamenti e le dotazioni del nostro corpo: con due vetture di pattuglia di ultima generazione e un furgone con torre faro per i controlli notturni, abbiamo voluto mettere a disposizione dei nostri agenti tutto l’occorrente per allineare la professionalità e lo zelo dimostrato ad un equipaggiamento congruo e performante”.

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ultimo aggiornamento

21-07-2023 13:07

Questa pagina ti è stata utile?