Salta al contenuto

Nuova erogazione dell’Amministrazione comunale di buoni spesa per famiglie in difficoltà da covid. 10mila euro anche a Porta Aperta

Data:

28-10-2021

NUOVA EROGAZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BUONI SPESA PER FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ DA COVID. 10MILA EURO ANCHE A PORTA APERTA

“Ammonta a circa 75.000 € la somma residua e risalente all’Ordinanza emessa dal Capo dipartimento della Protezione civile, n. 658/2020, che l’Amministrazione comunale erogherà in nuovi buoni spesa a disposizione dei nuclei famigliari più bisognosi, perché privati dal reddito a causa del Covid. Buoni spesa che saranno destinati all’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità presso gli esercizi commerciali di Mirandola convenzionati. Per l’ottenimento, è possibile presentare la domanda entro il 15 novembre prossimo, mentre saranno spendibili fino a fine anno. Una parte dell’importo rimasto a disposizione, per un ammontare di 10.000 €, sarà inoltre consegnato a Porta Aperta per sostenere l’acquisto dei generi alimentari da destinare alla distribuzione diretta. Confermiamo in questo modo il nostro ruolo, dato il periodo pandemico in corso, di andare incontro alle necessità dei cittadini ancora in difficoltà.” Sono queste le parole dell’Assessore alle Politiche sociali del Comune di Mirandola, Antonella Canossa, nell’illustrare quanto deliberato nei giorni scorsi - delibera del 13/10/2021 n.144 – quando la Giunta ha definito i nuovi criteri di accesso, alle misure di sostegno a famiglie e persone in difficoltà che a causa del Coronavirus hanno perso la propria fonte di reddito.

Beneficiari. I beneficiari della misura straordinaria sono quei nuclei familiari in uno stato di riduzione della capacità reddituale a causa della perdita di lavoro senza ammortizzatori sociali o mancato inizio del lavoro stagionale. Oppure in situazione di sospensione e/o forte contrazione dell'attività lavorativa autonoma, o in attesa di ammortizzatori sociali non ancora erogati o interruzione dei tirocini inclusivi (con riferimento al biennio 2020-2021, debitamente documentate - C2 storico, buste paga, lettera del datore di lavoro, etc.). A questi si aggiungono quei nuclei famigliari non percettori di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza di importo superiore a € 200 mensili, oppure in cassa integrazione o percettori di altri sostegni o contributi pubblici. Come pure quei nuclei famigliari composti esclusivamente da ultra 67enni o da soggetti disabili con disabilità pari o superiore a 67%. L’erogazione è prevista in un’unica soluzione, composta da buoni spesa del valore di 420,00 € per una sola persona, 600,00 € per nuclei di due persone, 720,00 € per tre persone, 840,00 € per quattro persone, 870,00 € per cinque persone e di 30 € per ogni componente in più. Per chiarimenti, delucidazioni e per la presentazione della domanda, è possibile rivolgersi direttamente allo sportello dei Servizi sociali del Comune di Mirandola, telefonando al numero 0535.29644. Come già avvenuto precedentemente, si è già provveduto a pubblicare un avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per l’inserimento nell’elenco comunale degli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni spesa; le attività possono accedere alla candidatura fino al 6/11/2021.

L’Assessore Canossa infine fa notare che, nei periodi dicembre 2020 – febbraio 2021, e maggio – agosto 2021, i buoni spesa erogati dal Comune, dal valore di 15,00 € ciascuno, sono stati.3.407, per un totale di 51.105,00 €. Quelli invece riconsegnati dagli esercenti che hanno aderito all'iniziativa 3.404, per complessivi 51.060,00 €, con 3 buoni, erogati e non ancora spesi. Del totale, 3.296 sono stati utilizzati in supermercati del territorio, 103 in farmacie, 5 in aziende agricole. Il mese nel corso dell’anno che ha registrato il maggior numero di buoni spesi negli esercizi è stato marzo con 16.260,00 €, seguito da aprile con 10.080,00 €, e da maggio con 9.405,00 €.

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

28-10-2021 13:10