Salta al contenuto

Pubblici esercizi, commercio ambulante, attività artigianali produttrici di generi alimentari, mercato produttori agricoli: la Giunta delibera l’esenzione dal Canone Unico Patrimoniale per tutto il 2022

Data:

30-03-2022

MIRANDOLA. PUBBLICI ESERCIZI, COMMERCIO AMBULANTE, ATTIVITÀ ARTIGIANALI PRODUTTRICI DI GENERI ALIMENTARI, MERCATO PRODUTTORI AGRICOLI: LA GIUNTA DELIBERA L’ESENZIONE DAL CANONE UNICO PATRIMONIALE PER TUTTO IL 2022

Bar, ristoranti ed operatori del commercio ambulante: saranno esenti per tutto il 2022, dal versamento del Canone Unico Patrimoniale. La misura è stata estesa anche ad attività artigianali come gelaterie, pizzerie al taglio, etc. che prevedano l’occupazione di suolo pubblico con tavolini e dehors, come pure alle imprese solite ad esporre all’aperto in occasione di fiere ed eventi con banchi o stand. Lo ha stabilito la Giunta mirandolese con una delibera approvata nei giorni scorsi. “Siamo dalla parte di chi lavora e di chi crea lavoro. Doveroso ed indispensabile dunque – ha dichiarato il Sindaco di Mirandola Alberto Greco – agevolare quanti hanno subito i pesanti effetti generati dalla pandemia in corso. Oltre alla necessità di fare il possibile affinché queste imprese possano consolidare la fase di ripartenza.”

Il provvedimento, che prosegue in scia con quello analogo dello scorso anno, è stato esteso a tutte le attività dell’intero territorio comunale e che operano sullo stesso, sia nel capoluogo che nelle frazioni. “Si tratta di una misura voluta, che eleva inoltre il nostro Comune, tra quelle realtà comunali in provincia che hanno deciso per la totale esenzione dal pagamento del Canone Unico. Favorendo in questo modo tutte quelle imprese che hanno necessità dell’uso degli spazi pubblici per lo svolgimento della loro attività – spiega l’Assessore alle Politiche economiche e ai Tributi del Comune di Mirandola Roberto Lodi - In considerazione del perdurare degli effetti negativi determinati dalla pandemia Covid-19, ai quali si aggiungono le ulteriori criticità derivanti dalla situazione internazionale, soprattutto in termini di incrementi di costo dei fattori produttivi come delle materie prime e delle incertezze che attanagliano famiglie ed imprese, con evidenti riflessi sul tessuto economico produttivo della Città di Mirandola, siamo stati più che determinati nel confermare anche per il 2022, il provvedimento.”

Parole, immediatamente raccolte dall’Assessore allo Sviluppo del territorio e all’Imprenditoria del Comune di Mirandola, Fabrizio Gandolfi che ha provveduto a sottolineare: “Riteniamo che la scelta di esentare gli esercizi commerciali dal Canone Unico Patrimoniale (CUP) relativa all'occupazione temporanea e permanente di suolo pubblico, possa continuare ad incentivare la ripresa economica e consolidare la ripartenza. A beneficiarne, bar, ristoranti e commercianti ambulanti, ma anche tutte quelle piccole attività artigianali, come gelaterie, pasticcerie, piadinerie, pizzerie al taglio, etc. che prevedono l’allestimento di aree esterne ai locali, con tavolini, sedie e dehors. Medesimo discorso poi per produttori agricoli e ambulanti. Una misura che mira al sostegno delle attività presenti e che vuole essere di stimolo anche per l’apertura di nuove imprese.”

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-03-2022 11:03

Questa pagina ti è stata utile?