Salta al contenuto

San Martino Spino: con la mostra “Azzurri in figurine…” sabato 24 luglio al Barchessone Vecchio, presentazione del libro “500 figu per un Bordon”. Presente l’autore Gianni Bellini, collezionista di fama mondiale

Data:

22-07-2021

MIRANDOLA, SAN MARTINO SPINO: CON LA MOSTRA “AZZURRI IN FIGURINE…” SABATO 24 LUGLIO AL BARCHESSONE VECCHIO, PRESENTAZIONE DEL LIBRO “500 FIGU PER UN BORDON”. PRESENTE L’AUTORE GIANNI BELLINI, COLLEZIONISTA DI FAMA MONDIALE

Capita che per finire l’album delle figurine dei calciatori ne manchi una sola. Bustine su bustine acquistate, ma niente, non la si trova. Capita allora che a trovarla è un amico che fa la stessa raccolta. “…Franco, cosa vuoi per Bordon[1]? “500 figu”. Oh 500 sono tante (..). torno a casa e mi metto a contare le doppie… (…) niente sono 499 e l’unico modo è andare in edicola e comprare l’ultimo pacchetto (…). Ci vado, compro la bustina (…). Apro la bustina. Trovo Ivano Bordon…”. È l’episodio che ha dato il titolo al libro “500 figu per un Bordon”, di Gianni Bellini e del giornalista Lorenzo Longhi. Bellini è un collezionista di figurine di San Felice sul Panaro. Folgorato da questa passione fin da bimbo, oggi è considerato il maggiore collezionista mondiale di album, figurine e card di calciatori. Custodisce in casa oltre quattromila raccolte di calcio provenienti da tutto il mondo per un totale di circa due milioni e mezzo di figurine. Il Times lo ha definito “Un nonno con la passione di un bambino”.

[1] Ivano Bordon, portiere dell’Inter, Campionato Italiano di Calcio 1972-73, figurina della raccolta “Calciatori” figurine Panini 1972-73.

Bellini, presenterà il libro “500 figu per un Bordon”, sabato 24 luglio alle ore 18.00 presso il Barchessone Vecchio – via Zanzur 36/b – di San Martino Spino. Insieme a lui anche il giornalista e scrittore Lorenzo Longhi. Oltre al momento poc’anzi citato, nel libro sono contenuti aneddoti e vicende che l’autore ha vissuto in prima persona in quasi mezzo secolo di collezionismo. Vicende che lo hanno portato ad essere conosciuto anche a livello internazionale al punto da stringere contatti con collezionisti di tutto il mondo, ma pure con calciatori di fama, pallavolisti, personaggi della tv, oltre ad essere protagonista negli anni in tv e sui giornali.

La presentazione si svolge nell’ambito della rassegna in corso presso il Barchessone vecchio “Azzurri in figurine. Storia della nazionale italiana in figurine”, allestita dallo stesso Bellini con la collaborazione ed il patrocinio del Comune di Mirandola nell’ambito della 18esima edizione di “Percorsi d’arte tra ambiente e natura”, il cartellone di eventi messo a punto dal Comune di Mirandola e terredeipico.it, per l’anno 2021. La mostra visitabile fino a domenica 25 luglio 2021 conta ben 25 raccolte, suddivise tra album e card, dal 1966 fino ad Euro 2020, cioè l’ultima andata in edicola qualche mese fa. Un percorso in azzurro (quello delle maglie dei calciatori, più o meno intenso) in grado sicuramente di emozionare bambini, ragazzi, nel rivedere su carta gli attuali giocatori e quelli di qualche anno fa.

Il Barchessone Vecchio oltre che per la mostra, è aperto sabato e domenica dalle 15:30 alle 19:30. Tutti i sabati, dalle 16:00 alle 18:00, è possibile avventurarsi in bicicletta – con noleggio gratuito - alla scoperta delle Valli accompagnati dal percorso sonoro realizzato dalla Compagnia Teatrale Koinè. In rispetto all’attuale normativa Covid 19, tutte le iniziative si svolgeranno solo su prenotazione. Per prenotare, tel. 0535.29770, lunedì-sabato ore 8:30-13:00, o lunedì e giovedì pomeriggio. Solo al sabato e domenica pomeriggio, tel. 320.4325732, ore 15:30-19:30; oppure via mail barchessone@comune.mirandola.mo.it. Per appuntamenti e novità al Barchessone Vecchio è possibile consultare anche il sito www.terredeipico.it.

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

22-07-2021 12:07