Indicazioni tecniche per pubblici esercizi e ristoratori per svolgere l’attività in zona gialla

Fornite dal “Servizio prevenzione collettiva e sanità pubblica” della Regione Emilia Romagna

Data:

04-05-2021

Scadenza:

31-05-2021

Indicazioni tecniche per pubblici esercizi e ristoratori per svolgere l’attività in zona gialla

Il “Servizio prevenzione collettiva e sanità pubblica” della Regione Emilia Romagna ha fornito alcune Indicazioni tecniche per pubblici esercizi e ristoratori per svolgere l’attività in zona gialla che, sulla base di quanto previsto dal decreto legge “Riaperture” (D.L n.52/2021) e del DPCM 02/03/2021, integrano quelle adottate dalla Regione con l’ordinanza n. 87 del 23/05/2020.

Cosa si intende per CONSUMO AL TAVOLO ALL’APERTO

Si intendono “all’aperto”:

  • Area senza alcuna copertura o coperta tramite ombrelloni;
  • Dehors, vale a dire tensostrutture con pareti in materiale plastico amovibile/apribile, totalmente aperti;
  • Strutture con soffitto fisso, ma con almeno tre lati completamente aperti (salvo l’ingombro costituito dai sostegni);
  • Strutture con soffitto fisso e pareti scorrevoli, aperte per almeno il 50% della superficie dei tre lati. In queste strutture possono essere utilizzati riscaldatori, stufe, altri strumenti di regolazione della temperatura.

È consentito il servizio al tavolo da parte del personale.

Come deve essere realizzata la DISPOSIZIONE DEI TAVOLI

I tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra clienti di tavoli diversi.

Quando è ammessa la CONSUMAZIONE AL BANCO

La consumazione sul posto, in piedi, è possibile solo se il banco è accessibile dall’esterno del locale (es: sulla porta o finestra) o posto integralmente all’esterno.

La consumazione va effettuata nel rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro.

Non è ammessa la consumazione al banco all’interno dei locali, o in spazi non definibili “all’aperto”.

Quali ORARI DI APERTURA sono previsti per l’esercizio dell’attività

Secondo quanto previsto dal D.L n.52/2021:

  • I servizi di ristorazione all’aperto sono consentiti dalle ore 5:00 alle ore 22:00, per consumazione sul posto e asporto;
  • I servizi di ristorazione esclusivamente per asporto, con divieto di consumazione sul posto in quanto senza possibilità di somministrazione all’aperto, sono consentiti dalle ore 5:00 alle ore 22:00;
  • Bar, birrerie, pub ecc. (cioè le attività con codice Ateco 56.3) possono operare:
    • dalle 5:00 alle 22:00 per consumazione al banco o in tavoli all’aperto
    • per asporto dalle 5:00 alle 18:00.


La modalità di somministrazione a BUFFET e SELF SERVICE

La somministrazione di alimenti con modalità a buffet è possibile esclusivamente:

- mediante somministrazione da parte di personale incaricato,

- escludendo la possibilità di servirsi da soli,

- prevedendo in ogni caso, per clienti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e dell’utilizzo della mascherina.

La modalità self-service è consentita esclusivamente per la somministrazione di prodotti confezionati in monodose”.

COVID-19 – Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

04-05-2021 11:05