Salta al contenuto

Rettifica dei dati personali contenuti in anagrafe

La rettifica ddi dati personali riguarda la correzione di eventuali errori di dati anagrafici o la loro modifica.

Rettifica dei dati personali contenuti in anagrafe

Se un cittadino trova degli errori nei propri dati anagrafici, ad esempio nome e cognome, data e luogo di nascita, stato civile e residenza, deve segnalarli al proprio Comune di residenza.

A chi si rivolge

A tutti coloro i cui dati contenuti negli archivi di anagrafe e/o di stato civile, risultino non essere corretti.

Chi può presentare

Il diretto interessato. Per i minorenni la richiesta deve essere presentata da un genitore o dal tutore.

Accedere al servizio

Come si fa

E' necessario rivolgersi direttamente all'ufficio anagrafe del Comune di residenza

Cosa si ottiene

La correzione dei prorpi dati personali

Cosa serve

Cittadini italiani

Per richiedere variazione dei dati anagrafici o di stato civile, deve essere presentata da parte dell'interessato, o del genitore o tutore del minore, una richiesta con l'indicazione del Comune che conserva l'atto di stato civile da cui possono essere ricavati i dati corretti. Sarà poi il funzionario incaricato di seguire il procedimento a richiedere al Comune la documentazione necessaria al fine di effettuare, se possibile, la rettifica richiesta.

Si rammenta che anche qualora il diretto interessato fosse in possesso di certificati originali, questi non possono essere accettati sulla base delle norme sulla decertificazione.

Cittadini comunitari e stranieri

I cittadini comunitari e stranieri iscritti nel Registro della Popolazione Residente che a seguito di variazioni stabilite dalle Leggi del paese di cui sono cittadini, cambiano i dati relativi alle generalità e allo stato civile possono chiedere la rettifica di tali dati nei registri anagrafici facendo apposita richiesta.

Qualora dati anagrafici presenti negli archivi dell'Anagrafe comunale risultassero essere modificati sulla base di documenti rilasciati dall'autorità straniera, e di cui l'Ufficio Anagrafe è venuto in possesso per esigenze di servizio, i dati verranno modificati d'Ufficio.

Le rettifiche possono riguardare

  • i dati di nascita (cognome, prenome, luogo e data di nascita, dati genitori),
  • i dati di stato civile (matrimonio, divorzio),
  • il cognome per le donne coniugate/divorziate

I dati possono essere modificati sulla base di quanto riportato in uno dei seguenti documenti:

Rettifica dati di nascita

  • certificato di nascita munito di legalizzazione o Apostille (esclusi i casi di esenzione dovuti ad accordi internazionali o bilaterali), con traduzione in lingua italiana anch'essa munita di legalizzazione o Apostille, se eseguita all'estero, o mediante traduzione giurata e asseverata presso il Tribunale italiano competente;
  • attestazione/dichiarazione del consolato di appartenenza, in lingua italiana, dalla quale risulti l'effettivo dato anagrafico da correggere; la firma del pubblico ufficiale che ha rilasciato il documento deve essere legalizzata presso la competente Prefettura, salvo il caso in cui il Paese non aderisca a particolari convenzioni internazionali che escludono la legalizzazione di detta firma;
  • passaporto con le nuove generalità;

Rettifica dati di stato civile

  • certificato di matrimonio/divorzio munito di legalizzazione o Apostille (esclusi i casi di esenzione dovuti ad accordi internazionali o bilaterali), con traduzione in lingua italiana anch'essa munita di legalizzazione o Apostille, se eseguita all'estero,ovvero mediante traduzione giurata e asseverata presso il Tribunale italiano competente.

Rettifica cognome per le donne coniugate/divorziate

  • dichiarazione dell'autorità straniera, o della rappresentanza consolare straniera in Italia, munita dell'eventuale legalizzazione o Apostille e traduzione in lingua italiana, con la quale si attesta che in base alla legge del paese di cui la donna è cittadina cambia il suo cognome per effetto del matrimonio o divorzio;
  • passaporto con le nuove generalità.

Nel caso in cui vi siano più documenti riportanti dati contrastanti, verrà preso in considerazione il documento rilasciato in data più recente.

Costi e vincoli

Costi

Nessuno

Vincoli

Per i cittadini italiani i dati personali corretti, sono quelli riportati negli atti di stato civile.

Tempi e scadenze

La richiesta di rettifica può essere presentata in ogni momento

Contatti

Modulistica

Trasparenza

Modalità di avvio
A richiesta dei diretti interessati o persone da queste opportunamente delegate (art.38, comma 3-bis, d.P.R. n.445/2000)
Decorrenza termine

Dalla opresentazione della richiesta

Fine termine

30 giorni

Tempo medio

La durata del procedimento dipende dalla quantità e tipologia di verifica da parte dell'uffici

Silenzio assenso/Dichiarazione dell'interessato sostitutiva del provvedimento finale
No
Provvedimento finale

Rettifica del dato anagrafico nei registri anagrafici

Responsabile del procedimento
Domiziano Battaglia
Dirigente
Luca Bisi
Atti e documenti a corredo dell'istanza

Se la domanda non viene sottoscritta davanti al funzionario incaricato di ricevere la documentazione, deve essere allegato un documento d'identità personale.

Il personale dell'Ufficio Protocollo non è da considerarsi funzionario incaricato a ricevere la documentazione.

L’allegazione di un valido documento d’identità, difatti, non rappresenta un mero formalismo, ma piuttosto un onere fondamentale del sottoscrittore, configurandosi come l’elemento diretto a comprovare, non tanto le generalità del dichiarante, ma ancor prima l’imprescindibile nesso di imputabilità soggettiva della dichiarazione ad una determinata persona fisica.

Da ciò ne consegue che l’omessa allegazione del documento in questione, non integra una mera irregolarità suscettibile di correzione per errore materiale, ma un elemento che rende irricevibile la domanda.

Titolare del potere sostitutivo

Dirigente del Servizio

Riferimenti normativi

d.P.R. 30 maggio 1989, n. 223
L. 31 maggio 1995, n. 218

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21-08-2021 11:08