Salta al contenuto

Concessioni cimiteriali: diritto di sepoltura

Tipologie di persone che possono essere accolte nei cimiteri comunali

Concessioni cimiteriali: diritto di sepoltura

Nei cimiteri comunali possono essere accolte:

  • persone morte nel territorio del Comune, qualunque ne fosse in vita la residenza;
  • persone morte fuori del Comune, ma aventi in esso, in vita, la residenza anagrafica;
  • persone non residenti in vita nel Comune e morte fuori di esso, ma aventi diritto al seppellimento in una sepoltura privata esistente nel cimitero del Comune, in quanto famigliari o conviventi del concessionario, o aventi acquisito particolari benemerenze verso di esso; le persone conviventi o che hanno acquisito particolari benemerenze potranno essere sepolte previa verifica dei requisiti da parte dell’Ufficio di Polizia Mortuaria;
  • i nati morti ed i prodotti del concepimento di genitori residenti nel Comune di Mirandola o aventi diritto al seppellimento in una sepoltura privata esistente nel cimitero del Comune.
  • persone nate nel Comune o con coniuge o parenti entro il 2° grado residenti nel Comune alla data del decesso, o già sepolte in un cimitero comunale.
  • ceneri di chiunque se destinate all’inumazione o alla dispersione nel cimitero.

A chi si rivolge

Ai concessionari delle sepolture nei cimiteri comunali

Chi può presentare

Il titolare della concessione cimiteriale

Accedere al servizio

Come si fa

E' necessario rivolgersi all'ufficio cimiteriale del Comune

Cosa si ottiene

La possibilità di collocare nella sepoltura in concessione famigliari o persone che ne hanno diritto

Cosa serve

Deve essere presentata richiesta all'Ufficio Cimiteriale

Costi e vincoli

Costi
Vincoli

FAMIGLIARI AI FINI DELL’IDENTIFICAZIONE DEGLI AVENTI DIRITTO ALL’USO DELLA CONCESSIONE (art.13, c.7, Regolamento comunale di polizia mortuaria)

  1. coniuge/unito civilmente;
  2. in linea retta fino al 6° grado: figli e genitori, nipoti (figli dei figli) e nonni, figli dei nipoti e bisnonni (genitori dei nonni);
  3. in linea collaterale fino al 6° grado: fratelli, zii (fratelli dei genitori) e nipoti figli di fratelli;
  4. i seguenti affini del coniuge: genitori, nonni, fratelli, coniugi dei fratelli e nipoti figli dei fratelli fino al 6° grado; l’affinità non cessa con la morte del coniuge da cui deriva, ma cessa in caso di divorzio o di nullità del matrimonio.
  5. convivente residente con il concessionario al momento del decesso.

Casi particolari

CRITERI FINALIZZATI AL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO DI SEPOLTURA A PERSONE AVENTI ACQUISITO PARTICOLARI BENEMERENZE NEI CONFRONTI DEL CONCESSIONARIO (art.13 c.8 del Regolamento comunale di polizia mortuaria)

  1. Persone che abbiano prestato assistenza medica o sanitaria al concessionario in strutture sanitarie pubbliche o private, risultante da cartelle cliniche o da apposite attestazioni di servizio rilasciate dalle direzione sanitaria del luogo di cura;
  2. persone che abbiano prestato assistenza al concessionario risultante da fatture regolarmente quietanzate o contratti di lavoro, concernenti le prestazioni assistenziali assicurate;
  3. persone che abbiano compiuto azioni di soccorso o di salvamento del concessionario, risultanti da riconoscimenti ufficiali o, in difetto, da attestazione dei corpi ed organizzazioni di soccorso cui appartenevano i soccorritori, anche all’interno delle organizzazioni di volontariato, o da altri organi ufficiali (es.: organi delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, partenenti ad organizzazioni di soccorso, ecc.),
  4. persone che abbiano compiuti atti particolarmente significativi di solidarietà nei confronti del concessionario, attestati da chi abbia potere di rappresentanza in organizzazioni di volontariato debitamente riconosciute o da ONLUS.

Contatti

Trasparenza

Modalità di avvio
A richiesta di parte
Decorrenza termine

Dalla presentazione della richiesta

Fine termine

A vista, una volta che siano stati verificati i termini contrattuali e da Regolamento comunale di polizia mortuaria

Silenzio assenso/Dichiarazione dell'interessato sostitutiva del provvedimento finale
No
Provvedimento finale

Rilascio dell'autorizzazione alla sepoltura nella concessione

Responsabile del procedimento
Domiziano Battaglia
Dirigente
Luca Bisi
Titolare del potere sostitutivo

Dirigente del Servizio

Ulteriori informazioni

Modalità di avvio del procedimento

· A domanda del concessionario della sepoltura o dei famigliari del defunto

Decorrenza termine del procedimento

· Dalla presentazione della domanda

Fine termine del procedimento

· 30 giorni

Tempo medio del procedimento

· La durata del procedimento dipende dalla quantità e tipologia di verifica da parte dell'ufficio, e in ogni caso, per i funerali, sarà tenuto conto della data fissata per il rito funebre, anche se si rammenta che questo non potrà essere celebrato fino a quando non saranno state rilasciate tutte le necessarie autorizzazioni.

Provvedimento del procedimento

· Accertamento del diritto all'utilizzo della sepoltura per il cadavere, resto mortale o cenere, per il uqale è stato richiesto.

Documenti da allegare alla domanda

· Se la domanda non viene sottoscritta davanti al funzionario incaricato di ricevere la documentazione, deve essere allegato un documento d'identità personale.

· Il personale dell'Ufficio Protocollo non è da considerarsi funzionario incaricato a ricevere la documentazione.

· L’allegazione di un valido documento d’identità, difatti, non rappresenta un mero formalismo, ma piuttosto un onere fondamentale del sottoscrittore, configurandosi come l’elemento diretto a comprovare, non tanto le generalità del dichiarante, ma ancor prima l’imprescindibile nesso di imputabilità soggettiva della dichiarazione ad una determinata persona fisica.

· Da ciò ne consegue che l’omessa allegazione del documento in questione, non integra una mera irregolarità suscettibile di correzione per errore materiale, ma un elemento che rende irricevibile la domanda.

Responsabile del procedimento

· Battaglia Domiziano

Dirigente

· Luca Bisi

Strumenti di tutela da parte del cittadino

· Vedi la seguente pagina di questo sito

· Per l’informativa privacy vedi la seguente pagina di questo sito

Titolare del potere sostitutivo

· Dirigente del Servizio

Normativa di riferimento

· d.P.R. 30 settembre 1990, n. 285

· Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria

Ultimo aggiornamento

09-03-2021 11:03